Mar 28

Quarta di ritorno FIGF 2007

Che dire… I panini erano gustosi, il locale un po’ troppo buio, le persone simpatiche e noi ubriachi. Da segnalare: la prima partita di Fausto in torneo, con due ore di sonno alle spalle (e infatti perde tre a zero, ma fa bei punti); il capitano che torna a vincere (Aldo); il singolo del presidente contro Mauro con una media di frecce per leg da radiazione dalla federazione, perso per 3 a 2; la coppia (Sergio-Aldo) nuova di zecca che vince l’ultimo doppio; il primo doppio, con Dario e Betta, perso per evidente intromissione della dea bendata  schierata con gli avversari; i singoli di Sergio e Betta persi per miglior gioco dei Cabottiani. E questo è tutto. per ora. Ci aspetta l’ultima partita con Ragnarock, la prima in classifica e la terra già trema sotto i piedi degli avversari.

Mar 14

Seconda di ritorno FIGF 2007

Poco da dire su questa partita in casa, pochi i ricordi sfumati (in preda ai deliri alcolici). il Gaelics lotta, ma il Revolution non demorde. Unica nota degna di rilievo, al lancio della monetina all’inizio il Presidente centra la birra di un avversario, con millimetrica precisione. Altra mossa di grande impatto l’intera Messa da Requiem di Mozart in sottofondo per addormentare gli avversari. Il Revolution porta a casa un 5 a 2 (in casa) senza grandi difficoltà e senza grandi punti (d’altronde in casa l’

alcol è dalla nostra parte).

Mar 07

Prima di ritorno FIGF 2007

Eccoci alla prima partita di ritorno. Inizia il primo singolo e subito, con grande sportività, si lotta per prendere tre uno, per offrire shottini e scaldare le ugole. Betta fa di tutto per bere più birra possibile, ma purtroppo, perdendo, non riesce a raggiungere il grado alcolico desiderato. Allora ecco il secondo singolo, in cui Sergio cerca subito di sfinire gli avversari tramite migliaia di parole dette in ogni attimo tra un tiro e un altro (tattica detta anche del “verbo spossante”): riesce nell’

intento contro Max, che perde per sfinimento celebrale. Giunge allora il doppio e il gioco si inizia a far serio: Dario e Fabio cominciano a sfidarsi tramite battute su rotondità e stature, sulle grandi reciproche capacità di concentrazione e sulla capacità di bevuta; Fabio vince per capacità di bevute, ingurgitando in un leg una decina di shot di rum, ma perde inesorabilmente il doppio con il suo compagno, soprattutto grazie a due bellissimi legs chiusi da Dario al doppio uno con 99 frecce e Betta che aiuta scendendo di 30 in 30 punti fino alla vittoria.

Mar 03

Seconda festa della terra

Siamo giunti al secondo appuntamento con la Festa della Terra. Una vera delusione. Al buffet bio presenze zero, per rimarcare credo il forte interesse dei soci verso le tematiche ambientali. Fortunatamente, essendo un sabato, il concerto di Iguana Blues Duo (grazie Stefano e Loredana!!!), spostato due ore più tardi, è stato seguito e applaudito come si meritava. Niente altro da segnalare, a parte l’appoggio della rete ambientale, promotrice dell’

iniziativa, praticamente nullo. Andremo avanti con le nostre gambe. Come spesso, come sempre. Noi apparteniamo alla terra, la terra non appartiene a noi.